Nuove funzionalità per i client di posta PEC

Nuove funzionalità per i client di posta PEC

La PEC (Posta Elettronica Certificata) sta diventando ormai lo standard per le comunicazioni tra aziende e tra imprese e Pubblica Amministrazione.

Grazie alla PEC è stato possibile ridurre drasticamente le tempistiche per la comunicazione ufficiale tra i soggetti.

La PEC ha anche consentito di ridurre i costi: il canone pagato per l’utilizzo della casella di posta certificata è infatti decisamente inferiore al costo di tutte le raccomandate e fax che un’azienda media invia ogni anno.

Quello che spesso in molti lamentano è la scarsa usabilità dei portali che offrono un servizio PEC. Grafica “vintage”, difficoltà di utilizzo delle più comuni funzionalità, allegati di dimensioni ridotte, spazio dedicato alle email limitato.

Per questo si sta lavorando sempre di più per aggiornare i client di posta PEC e per offrire una migliore esperienza lato utente.

Client di posta PEC

Quali sono le caratteristiche che non possono certamente mancare ad un client di Posta Elettronica Certificata?

Un elemento fondamentale è l’invio di allegati di grandi dimensioni (fino a 100MB). Questo consente di “consegnare ufficialmente” documenti e progetti.

Indispensabile è poi la funzionalità Drag&Drop degli allegati. Sembra assurdo che nel 2016 ci siano ancora portali in cui questo strumento non è presente.

Non deve mancare il pieno e completo supporto ai messaggi MIME (Multipurpose Internet Mail Extension: standard che estende la definizione del formato dei messaggi di posta elettronica introducendo le codifiche diverse da ASCII, l’aggregazione di messaggi e la codifica di messaggi non testuali) e HTML (messaggi contenenti testo formattato ed immagini).

Un plus che alcuni provider offrono ma che può rivelarsi davvero utile è la visualizzazione dei dati di certificazione del messaggio PEC. Si possono reperire informazioni dettagliate altrimenti invisibili.

Oltre a queste funzionalità indispensabili c’è poi la visualizzazione delle firme PEC e l’integrazione con un sistema di bannering.

La tecnologia PEC non è comunque ferma. I provider evolvono i loro servizi costantemente per garantire agli utenti una sempre migliore user experience.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato