Artera Rewind: I nostri tutorial per Magento

E’ arrivato Agosto e abbiamo deciso di  prenderci un po’ di tempo per rivedere con più calma tutto ciò di cui abbiamo discusso su queste pagine negli ultimi tempi. Abbiamo riorganizzato il materiale per poterlo riproporre di modo da permetterne una più semplice lettura quando, da settembre in poi, si avrà meno tempo per darsi allo “studio” e all’approfondimento.  Questo è il primo di una serie di post “riassuntivi” che permetteranno di “ripassare” i diversi argomenti che magari erano stati inizialmente tralasciati per mancanze di tempo.
Iniziamo con tutta la serie di post dedicati a Magento, il CMS più diffuso e, secondo noi, più avanzato per la creazione di Siti di Ecommerce.

Partiamo dalla fine, dalla notizia più recente: ai primi di Giugno Magento è stato acquisito da eBay che già ne possedeva precedentemente il 49% di azioni. Grazie a questa acquisizione Magento sarà il cuore di un nuovo progetto eBay, chiamato X.Commerce che si propone di diventare una piattaforma dedicata all‘ecommerce a 360°.

 

I tutorial Magento

Dalle notizie agli aspetti tecnici: abbiamo pubblicato diversi tutorial dedicati a Magento che trattano i diversi aspetti della gestione di un ecommerce sviluppato a partire da questo software.
Ripercorriamo tutti i nostri articoli immaginando di dover aprire il nostro negozio Magento da zero: iniziando quindi con l’installazione del CMS

Dopo aver installato Magento procediamo a personalizzare la nostra installazione configurando Magento per l’Italia.

Per prima cosa installiamo il pacchetto della lingua: è una procedura abbastanza semplice ma occorre tener presente che la traduzione ufficiale di Magento ha qualche piccola mancanza che si può “tappare” in base alle esigenze. Occorre inoltre successivamente procedere con la traduzione delle comunicazioni via email.
Dobbiamo inoltre impostare le aliquote IVA italiane e, per essere a norma di legge, attivare la richiesta di accettazione della normatica sulla Privacy nel Checkuot di Magento e su tutti i form di registrazione, la richiesta contatto e iscrizione alla newsletter.

Nel caso si voglia vendere anche all’estero è consigliabile offrire la navigazione in più lingue del proprio ecommerce: per questo è necessario prima attivare la gestione Multistore o Multivetrina di Magento e successivamente impostare lo store multilingua in base alle proprie esigenze commerciali.

Passiamo alla configurazione del Checkout ovvero alla procedura di acquisto: la configurazione delle spese di spedizioni su Magento può essere effettuata in base a diversi parametri (ad esempio in base al peso complessivo dei prodotti nel carrello, destinazione ecc.) mentre per quanto riguarda i pagamenti su Magento è possibile, in modo nativo, configurareil pagamento online via PayPal.

Infine, una volta che tutto l’ecommerce è strutturato, dobbiamo iniziare a inserire i nostri prodotti. E’ possibile inserire i prodotti “a mano” nella sezione catalogo di Magento o, molto più velocemente, procedere ad una importazione tramite file .csv. Una volta che l’ecommerce sarà pubblicato e inizierà a vendere potremo gestire in modo automatico l’aggiornamento delle quantità a magazzino. In base alle singole esigenze potremo decidere come visualizzare i prodotti, intervenendo sul template e sulla configurazione, e potremo gestire la visualizzazione delle informazioni e degli attributi nella scheda del prodotto del nostro sito.

Siamo ora pronti a pubblicare. Una volta che il sito è online potremo aggiornare tutti i nostri clienti tramite l’invio di newsletter e, se necessario, procedere con l’upgrade di Magento ad una nuova versione.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato

 

Commenti

  1. avatarMatteo

    Ottimi articoli,
    alcuni in particolare mi hanno risolto noiosi problemi!

    Grazie mille!