Perché registrare una delle nuove estensioni gTLD?

Nuove estensioni gTLD

Le nuove estensioni gTLD sono diventate così importanti da meritare un proprio acronimo: nTLD, dove n sta per new, è ormai il modo ufficiale con cui si indicano le circa 700 estensioni che l’ICANN ha deciso di rilasciare nel corso del biennio 2014-2015 e di cui ne sono già state rese disponibili oltre 400.

Le nuove estensioni di dominio sono un mercato in ascesa, con gli ultimi dati statistici che dichiarano un volume di registrazione pari a quasi 3 milioni di domini nTLD già registrati nel mondo. Siamo ancora ben lontani dalle mire dell’ICANN (che si attendeva circa 33 milioni di registrazioni), ma il numero è in aumento e non resta che attendere il naturale corso degli eventi.

Nel frattempo, è normale chiedersi quali scopi si potrebbero raggiungere con la registrazione di un dominio dotato di una nuova estensione gTLD. In realtà, i vantaggi possono essere diversi e si incentrano quasi tutti sulla necessità di differenziare la presenza sul web, migliorare l’aspetto marketing del brand e difendersi da registrazioni illecite che sfruttino in modo non autorizzato il marchio.

Descrivere, diversificare e proteggere

Registrando un dominio nTLD hai l’opportunità di descrivere al meglio il tuo business non solo ai visitatori online, ma anche ai tuoi contatti offline. Hai un albergo? Usa la nuova estensione .hotel! Sei un fotografo? Usa la nuova estensione .photography. Sei un consulente IT? Forse l’estensione .tech ti aiuterà a comunicare meglio il mestiere a cui ti dedichi. Non è solo una questione di SERP, ma è un questione di immagine. Biglietti da visita, carta intestata, banner, email… la tua attività sarà descritta dal gTLD prescelto e i tuoi servizi saranno inquadrati in modo più semplice e veloce.

Inoltre, se svolgi contemporaneamente più servizi e offri diversi prodotti, puoi pensare di associare il dominio a diverse nTLD, capaci di esprimere la tipologia di servizio o prodotto che puoi offrire. Ad esempio, se sei un fotografo e personalizzi idee regalo, puoi pensare di associare il tuo nome a dominio con l’estensione .photography e con l’estensione .gifts. Allo stesso tempo, se sei un negozio di elettronica a Roma e vuoi vendere online, puoi pensare di registrare il tuo dominio .roma, ma presentarti online anche con l’estensione gTLD .store o .shop per permettere ai tuoi clienti lontani di raggiungere il tuo business via web.

Ricorda anche che il tuo brand rappresenta il tuo business, per cui è importante che nessun concorrente possa registrare un nuovo dominio che in realtà sia collegato al tuo lavoro, ai tuoi servizi e ai tuoi prodotti. Registrare una nuova estensione gTLD garantisce la competitività e consolida la presenza online, permettendo di difendere la reputazione del brand.

Più scelta nei nomi a dominio e miglior rank

Con le poche estensioni fino a ora disponibili, registrare un dominio contenente il proprio brand poteva essere complicato: si poteva incorrere in qualcuno che aveva già attivato il nome a dominio. Infatti, il web è inflazionato da nomi a dominio simili, a causa anche della limitatezza delle estensioni fino a ora disponibili.

Fino al rilascio delle nTLD, infatti, l’obiettivo di chiunque registrasse un nome a dominio era inserire il nome dell’attività e una keyword che permettesse ai clienti e ai motori di ricerca di riconoscere il business. Con l’avvento delle nuove gTLD tutto ciò fa parte del passato: il business viene descritto dalle nuove estensioni gTLD e il nome del dominio può essere corto e facilmente memorizzabile, un nome a dominio unico che riconduca più facilmente al brand. Così, se il tuo negozio di scarpe si chiama Toca, puoi pensare di attivare un dominio del tipo toca.shoes ed evitare di doverti inventare nomi a dominio più lunghi, come tocascarpe.it o scarpetoca.it. Allo stesso tempo, se hai un albergo a Roma che si chiama Vatelapesca, puoi registrare un dominio del tipo vatelapesca.hotel o ancora vatelapescahotel.roma. Con le nuove gTLD, l’estensione a dominio diventa parte integrante del dominio stesso!

Questa tipologia di approccio, potrebbe anche aiutare il posizionamento nei motori di ricerca perché la maggior parte degli algoritmi di classificazione potrebbe individuare una corrispondenza fra la nuove estensione nTLD e il contenuto del sito e migliorare così il rank nei risultati, rendendo il tuo business più visibile e facilmente individuabile dai potenziali clienti che usano Google e simili.

Infine, l’uso delle gTLD con estensione geografica permette di migliorare la ricerca locale e rende il business meglio individuabile a livello geografico.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato

 

Commenti

  1. Pingback: Registrazione domini: registry, registrar, registrant - blog.artera.it