GoodBarber, l’app per creare le app tutta italiana

GoodBarber

Le app che usiamo quotidianamente sul nostro smartphone sono state create da sviluppatori che spesso non sono alle prime armi. Ma cosa succede se si ha in mente un progetto valido, ma si hanno poche competenze in ambito di creazione? Ci si può affidare ad un professionista oppure si può usare GoodBarber.

Il WordPress delle app mobili, come è stato ribattezzato dai suoi ideatori (italiani), serve proprio a questo: dalla grafica ai contenuti, aiuta qualsiasi utente a creare l’applicazione per il proprio progetto.

Per il template dell’applicazione è possibile scegliere tra alcuni modelli. Tramite un CMS integrato, si può inoltre decidere quali sono i contenuti indispensabili al progetto e a quali canali social va collegata l’app stessa. L’ultimo passo è quello riguardante l’approvazione di Apple Store e Google Play.

Una volta creata l’applicazione, è possibile monitorare accessi e utilizzo, usufruendo dei tool solitamente utilizzati dagli sviluppatori.

È inoltre fruibile un servizio di assistenza, dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle 18.00. Per i primi 30 giorni, GoodBarber è gratis, ma vi è un’iscrizione da sottoscrivere per presentare l’app del progetto ad Android o Apple.

Nonostante tra i punti di forza, ci sia la personalizzazione dell’app con 350 icone e l’accesso a 600 Google Font, la concorrenza può dare filo da torcere a questa start up italiana. Le app che permettono di crearne una propria, sono molteplici e tutte piuttosto semplici da usare (es. Appy Pie, Mobile Roadie o Appery).

Qual’è quindi la marcia in più di GoodBarber? Oltre a quanto già indicato, aggiungerei gli strumenti di analisi per determinare quello che preferiscono gli utenti ed alcuni tool come quello che permette di inviare notifiche ai clienti quando ci sono novità.

Interessante in questo senso, una delle ultime novità introdotte dal team di GoodBarber: il geofencin. Quando un cliente è localizzato in una particolare aerea geografica, si possono inviare in tempo reale informazioni utili al proprio business. Ad esempio, se si è creata un’app per il proprio ristorante, si può inviare il menù del giorno o le offerte in corso quando l’utente si trova nei paraggi. Un buon modo di fare pubblicità al proprio business, non trovate?

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato