Promuovere un’attività commerciale con Pinterest

Pinterest per il business

Pinterest è uno dei tanti social network che si prestano alla promozione di un’attività commerciale. Per sfruttarlo in modo adeguato è necessario, prima di tutto, creare un account di tipo business, inserendo le informazioni riguardanti l’azienda, accettando le condizioni di utilizzo e digitando l’URL del sito web dell’attività.

Non può mancare, naturalmente, un’immagine di profilo in linea con il logo aziendale.

A questo punto ci si può mettere al lavoro, per esempio creando le board attraverso le quali si possono mettere in mostra tutti i prodotti: la selezione e l’aggiunta dei Pin sono fondamentali per aumentare l’interesse e far crescere la curiosità degli utenti.

Per ogni board il consiglio è quello di aggiungere un nome non superando i venti caratteri, le descrizioni devono essere sempre realizzate tenendo conto che il loro scopo principale è quello di ispirare gli utenti. Le immagini da usare dovrebbero, ovviamente, essere di qualità elevata, possibilmente con una larghezza di non meno di 600 pixel.

Usando il box “Cerca”, si ha la possibilità di individuare qualunque contenuto si desideri: la ricerca può essere effettuata sulla base di parole chiave o ricorrendo alla lista dei contatti, ma anche sfruttando il tasto “Everything”.

Vale la pena di ricordare che su questo social network non si possono postare unicamente immagini, ma anche filmati.

Proprio come accade su Twitter e Facebook, un contenuto gradito può essere segnalato come apprezzato attraverso il re-pin, che corrisponde alla condivisione del contenuto su una board, o attraverso il “Mi Piace”.

Molto importante, poi, è conoscere i trucchi e le dinamiche di Pinterest: per esempio le board possono essere aperte ai contatti che vengono seguiti, così che questi – definiti Contributors – abbiano l’occasione di caricare, se lo desiderano, i propri pin.

A proposito dei pin, questi possono essere curati, migliorati e aggiornati in modo semplice: spesso non c’è niente di più efficace di un re-pin o di un like per favorire la diffusione di un contenuto. La content curation, d’altro canto, è un elemento da cui non si può prescindere: sarebbe auspicabile adottare l’estensione del browser “Pin It” per confezionare e organizzare tutte le notizie nella maniera più piacevole possibile.

I consigli che si possono mettere in pratica per l’utilizzo di Pinterest nella promozione di un’attività commerciale sono, ovviamente, molti: per esempio, potrebbe essere interessante dare vita a una board con oggetti, particolari e segreti che hanno a che fare con il backstage, vale a dire con il “dietro le quinte” del brand.

Secondo molti, Pinterest più che un social network può essere considerato una realtà a metà strada tra un social e un sito commerciale.

Utilizzarlo, ad ogni modo, non è difficile, soprattutto se si ha dimestichezza con Facebook: le board, per esempio, sono in tutto e per tutto simili alle timeline del social di Zuckerberg, e vi si possono postare tutti i contenuti che si vogliono.

L’idea più efficace è quella di postare argomenti differenti su board differenti, così da dedicare ad ognuna un tema specifico. Nel caso in cui debba essere promosso un ecommerce di capi di abbigliamento, per esempio, una board può essere dedicata alle camicie, una alle gonne, una ai pantaloni, una ai gilet, e così via.

Va ricordato, infine, che per le pagine dei prodotti sul sito web dell’attività si possono aggiungere widget e pulsanti Pin (ce ne sono di diversi tipi), così che gli utenti abbiano l’opportunità di condividere quei contenuti direttamente sulle proprie board.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato