La tua rassegna stampa? Su Pinterest!

Le vacanze mi regalano tempo che spesso utilizzo per sistemare, archiviare e riordinare post e link selezionati. Grazie ai feed e a servizi come Google reader, che permette di essere avvisato quando un sito di nostro riferimento pubblica un post, mi è facile essere aggiornata, ma spesso navigando capita di seguire link consigliati che riportano a pagine delle quali non conoscevo l’esistenza. Così, a volte per praticità e velocità, mi capita di salvare questi link tra i preferiti del mio browser in alcune cartelle meticolosamente nominate secondo l’argomento. La gestione, lo ammetto, a volte era un po’ dispersiva: avendo un PC a casa e un Mac al lavoro rischiavo di duplicare inutilmente i contenuti.

Se trovo un articolo interessante oltre che archiviarlo, lo condivido subito (su twitter in primis). Questo passaggio però spesso risulta limitante perchè legato al concetto di “tempo” e alla presenza che ognuno di noi ha in TL (Time Line): se non siamo connessi rischiamo di perdere consigli su contenuti e link che potrebbero interessarci il che rende tutto il lavoro che ognuno di noi compie nel leggere, archiviare, salvare e consigliare ad altri lettori, un po’ fine a se stesso.

Insomma, ognuno di noi quotidianamente dedica del tempo ad una propria personale rassegna stampa che archivia e gestisce personalmente (sia tramite reader o preferiti…) e della quale spesso condivide link. Chiunque può pubblicare su un sito, un gruppo, una community, ma nel tempo risulterà difficile recuperare quel link, quel contenuto che quella persona riteneva tanto interessante da segnararlo, pubblicarlo e condividerlo con tutti. Quello che mancavava alla mia raccolta era la reale possibilità di far raggiungere questa selezione da chiunque (me compresa) in qualsiasi momento e da qualsiasi supporto (smart-phone compresi) senza dipendere dal tempo.

Eccomi quindi a suggerirvi un nuovo utilizzo di Pinterest. Certo, niente di nuovo sotto il sole mi direte: grazie al tasto Pin-it, le pagine di un sito le puoi pinnare (ovvero pubblicare in questo social media) e, così come già descritto in altri post, in automatico l’immagine porta con sé il link a quella pagina. Chi ti segue potrà leggere il contenuto di quell’articolo perchè cliccando sulla foto si aprirà la pagina referente. Io invece vedo in questo utilizzo una nuova concreta idea: non si tratta di una board condivisa perchè voglio che ci sia la selezione dei miei post. Si tratta, al contrario, di condividere quel post con altri utenti che potrebbero essere interessati mettendo così a disposizione della community il mio personale lavoro di selezione di contenuti, la mia personale rassegna stampa. Chi inizierà a seguirmi saprà che su Pinterest io ho una cartella a disposizione di chiunque e nella quale inserisco articoli che reputo interessanti e potrà consultarla quando vuole.

Ovvio che Pinterest nasce per qualunque contenuto! Perchè allora non crearvi una board-ricettario con link a ricette di vostro interesse? Vi piace la F1? Ottimo create una cartella con gli articoli che parlano di tempi e arrivi: a fine campionato avrete una visione completa dei progressi del vostro pilota. Potreste indicare la cartella ai vostri amici (oltre che followers) così saprebbero dove trovare la vostra selezione!

Ancora qualche giorno di vacanza? Potrete iniziare da subito seguendo il mio piccolo consiglio! Visitate la mia board su Pinterest, nella cartella social media troverete i primi contenuti salvati (ne ho create altre per ogni singolo social che seguo).

Entrate in Pinterest e giocate, divertitevi, inventate nuovi modi per utilizzarlo, sarà sicuramente un ottimo 2013… #futurosemplice (e poi mi direte!)
Rosa

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato

 

Commenti

  1. Pingback: La tua rassegna stampa? Su Pinterest! « futurosemplice

  2. avatarMatteo Piselli

    Mi sembra un’ottima idea, mi piace come cerchi di esplorare i limiti del mezzo, ma qualche perplessità nella fattispecie mi rimane, non dovuta all’idea stessa, ma alla percezione che hanno gli utenti Pinterest, dello strumento. Non guardare me o i nostri amici, che verremo sicuramente a vedere la rassegna stampa, parlo dei followers abituali, ormai anche io ne ho più 300, che hanno scarsissima dimestichezza con il mezzo e che si limitano a dare uno sguardo ai nuovi pin, aprendo solo quelli che attirano visivamente loro l’attenzione.

  3. avatarRosa Giuffre Autore

    Ho voluto creare una sorta di doppia gestione delle mie cartelle con contenuti più Glam e di impatto e invece contenuti più interessanti e concreti. In questi due giorni questi ultimi sono i più ripinnati… Devo darti ragione sulla gestione immagini e mi spiego meglio:
    1) spesso anche i blog più seguiti non hanno ancora il tastino Pin-it (il che mi fa capire quanto ancora ci sia da lavorare)
    2) continuando col ragionamento dell’estetica del pin… è vero Matteo, alcuni post poi “pinnati” presentano immagini molto molto tristi e poco di impatto. Questo però ci deve far pensare (io ci ho ragionato) su come anche e soprattutto l’immagine inserita nel post è importante perchè diventerà la “cover” su pinterest. Sembra forse un passaggio secondario o di poco conto, ma me ne sono resa conto proprio pinnando io direttamente quanta poca attenzione mettiamo alla parte estetica di un post… (immagine in primis!). e mi sa tanto che diventerà il prossimo argomento… ;-)

  4. avatarRosa Giuffre Autore

    ciao Luca, grazie! Fammi sapere ci conto, ogni commento, critica o suggerimento è fondamentale su Pinterest che è una piattaforma in continua evoluzione…

  5. avatarMarco

    Sono molto d’accordo con questo approccio. Credo che Pinterest non sia un social network, ma un sistema per la social content curation, con un approccio visuale.

    Noi lo usiamo così e ci è davvero utile.

  6. Pingback: Blogger: mi fai pinnare come si deve?! | Il Blog di Artera.it

  7. Pingback: La tua rassegna stampa? Su Pinterest! | futurosemplice