Strategia di comunicazione low budget: scopri il tuo tesoro (4)

Gli esercizi 1, 2 e 3 ti hanno aiutato ad affrontare e risolvere in modo positivo i problemi interni che la tua piccola o grande azienda poteva avere. Ora è arrivato il momento di definire un nuovo macro-mondo, quello del tuo target. Non intendo però descrivere o farti capire quale sia il target più corretto per te (dovresti già saperlo e comunque sarà un argomento da affrontare col tuo consulente di comunicazione), ma cercherò di darti alcune dritte per aiutarti a definire dei dati concreti e indispensabili che andranno a formare il tuo database utenti low budget, con liste, nominativi, contatti che saranno utili sia a te che al tuo consulente. Ti renderai conto, anche in questo caso, che basterà poco per creare e scoprire un vero tesoro. Lo faremo attraverso due modi entrambi fondamentali che possono essere applicati parallelamente o singolarmente: chi ha già un’azienda potrà provare entrambi i passaggi, mentre chi ha appena avviato la propria attività dovrà per forza seguire il secondo step.

1. Tu hai un tesoro ma non lo sai!

Spesso le aziende si concentrano subito come fare, quale strumento usare per comunicare, ma non si concentrano invece su una domanda fondamentale: a chi? E qui, potrei dire, casca l’asino. Chiedi un database utenti e scopri gestioni di liste lasciate a se stesse, non aggiornate, non targettizzate. Ma tu hai bene in mente quanto può essere importante definire e monitorare i dati legati a un cliente? O ti fermi come spesso succede alla compilazione di  ragione sociale e indirizzo per la fatturazione senza nemmeno segnalare chi è il referente? Ti faccio qualche esempio? (Ti sembrerà di giocare a “Indovina chi”, ma è proprio così che funziona!)

  • Chi è il referente e dove vive? E potrai inviare promo per quel preciso bacino d’utenza o segnalare eventi e workshop nella zona.
  • È uomo o donna? Dato fondamentale per promo specifiche legate ad esempio a feste nazionali e data di nascita? Gli vuoi mandare un benefit per il compleanno?
  • Con che frequenza acquista? Ricontattalo se non acquista da te da parecchio tempo e indaga. Incentivalo se la frequenza è bassa, premialo se la frequenza è alta!
  • Quale prodotto acquista? Impara a fare quello che in gergo si chiamano cross-selling e up-selling: proponi con una comunicazione personalizzata prodotti o accessori di qualità più elevata.
  • Quale strumento utilizza per prendere contatto con l’azienda? Se usa le email, sarà più probabile raggiungerlo con una newsletter.

Investi quindi il tuo tempo, riprendi in mano il tuo tesoro, completa i dati mancanti come in un puzzle e, se fino a oggi non avevi preso in considerazione questi dati, implementa il tuo database utenti. Ricorda: prima di spendere energie nella ricerca di nuovi interlocutori, dai valore e cura ciò che hai. Questa è una vera filosofia low budget!

2. Fuori c’è un tesoro che aspetta te!

Non hai un database, sei appena partito (oppure vuoi ampliare i tuoi contatti) e, comunque, vorresti continuare a gestire la tua azienda e il tuo target in ottica low budget? C’è un tesoro che ti aspetta!

Concentrati, cosa ti serve sapere per iniziare a definire un database efficace di potenziali clienti? E per capire se la scelta che hai intrapreso è corretta e in che direzione andare? Sappiamo che esistono database a pagamento, ottimi per alcune iniziative ma, qui stiamo parlando dell’inizio e di budget basso. Guardati intorno, esistono siti e strumenti che puoi già utilizzare come siti internet di aziende, istituzioni o associazioni di categoria che sono delle vere e proprie miniere d’oro per recuperare anche dati più generici, ma comunque utili (es. il numero di abitanti o delle aziende di una zona, possibili fornitori, probabili competitor, ecc.). Ti faccio qualche nome? Kompass, Guidamonaci, Google Trends, Unioncamere, Camere di commercio, Istat, regione, provincia, associazioni di categoria e tanti altri.

Inoltre, entrare in contatto con aziende o istituzioni permette di iniziare a creare networking, utile ad esempio per essere aggiornato su opportunità di finanziamenti o per richiedere il supporto per analisi da fare direttamente nel tuo territorio legate alla categoria alla quale appartieni.

Muoviti, non stare fermo e datti da fare! Questo step, soprattutto se devi risistemare i dati o ricontattare i tuoi ex o attuali clienti, non durerà poco, ma le soddisfazioni che avrai da questo lavoro non avranno paragoni!

Fammi sapere come sta andando e se stai seguendo questa mini-guida! Hai trovato difficoltà? Non è chiaro qualcosa? Ora però mettiti al lavoro perché il #futurosemplice si costruisce nel presente e come avrai capito molto dipende da te!
Rosa

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato

 

Commenti

  1. Pingback: Strategia di comunicazione low budget: scopri il tuo tesoro (4)

  2. Pingback: Email Marketing tra newsletter, DEM e comunicazioni - blog.artera.it

  3. Pingback: Strategia di comunicazione low budget - blog.artera.it